Passa ai contenuti principali

Tè, bevanda della salute


Il tè è sicuramente la bevanda più consumata a livello mondiale e nel rapporto FAO 2018 viene comunicato che la produzione ed il consumo sono destinati ad aumentare nei prossimi dieci anni.


Sui benefici di questa bevanda vi è ormai una vasta letteratura che si è soffermata sulle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti del tè. Nell'ambito della nutrizione antinfiammatoria, meritano una particolare attenzione il tè rosso (denominato popolarmente Rooibos) e il tè bianco:
- il tè rosso (Aspalathus linearis), come emerge da una interessante review di Muller  CJF et al. (2018) possiede un flavonoide, l'aspalatina, precursore dell'acido fenilpropenoico, con proprietà antinfiammatorie che contrastano lo stress ossidativo, arrivando ad agire sul DNA a livello dei fattori di trascrizione che regolano il metabolismo lipidico e glucidico, coadiuvando pertanto la sindrome metabolica. 

Sempre in uno studio recente (Olawale R. Ajuwon 2018) il rooibos unito all'honeybush, nome popolare della Cyclopia, pianta africana della famiglia delle Leguminose, con proprietà espettoranti, usata dagli inglesi fino al 1880, aumenta le sue proprietà antinfiammatorie per la moltitudine dei componenti bioattivi e  la miscela viene indicata nel trattamento del diabete di tipo 2.

In uno studio meno recente del 2017 (Olusiji Akinrinmade et. al), testato su ratti, il tè rosso viene indicato come neuroprotettore contro le ischemie cerebrali, dimostrando dopo sette settimane dall'evento acuto, la riduzione dei danni cerebrali.


Il tè bianco è un tè non fermentato, ottenuto dai germogli giovani della Camelia Sinensis (tè verde), le cui proprietà antitumorali sono già note in letteratura. I germogli vengono protetti dalla luce del sole, al fine di evitare la degradazione dei polifenoli; è pertanto un tè ricchissimo di sostanze antiossidanti perchè meno trattato.

Del tè bianco esistono principalmente quattro varietà:
- Silver Needle
- White Peony
- Long Life Eyebrow
- Tribute Eyebrow

Deve le sue proprietà antitumorali e di protezione per la malattia cardiovascolare, le due cause di maggiore mortalità nel nel mondo industrializzato, alla presenza delle catechine (epicatechine, epigallocatechine), potenti polifenoli che rappresentano il 30% dell'intero contenuto polifenolico. Le azioni che vengono riconosciute al tè bianco sono molteplici:
- La riduzione dell'assorbimento del colesterolo intestinale, per riduzione della sua solubilità
- Aumento della sua escrezione fecale insieme ai lipidi totali
- Diminuzione della concentrazione delle lipoproteine LDL aumento delle HDL
- Riduzione dell ipertensione per miglioramento della salute dell'endotelio vascolare
- Azione di scavenger (spazzini) dei RONS, specie reattive del metabolismo azotato, importanti perchè implicate nei processi infiammatori della carcinogenesi
- Contrasto sulla formazione e la crescita di cellule cancerose, soprattutto nel cancro prostatico, dell'intestino e dello stomaco, in quanto le catechine riescono a diminuire i danni a carico del DNA.

Questi sono i motivi per cui dobbiamo consumare quotidianamente tè rosso, tè bianco e tè verde.

Una bevanda estiva, ma non solo, antiossidante e benefica è il tè shakerato, bevuto freddo, preparato con la seguente modalità:


Preparare per l'infuso l'acqua ad una temperatura di circa 80° in una caraffa, aggiungere successivamente:
- 1 cucchiaino raso di cannella
- 1 cucchiaino raso di curcuma
- 10g di zenzero
- 1 chiodo di garofano
- 1 limone piccolo o lime diviso a metà con buccia
- 1 rametto di menta fresca
- 1/2 cucchiaino di noce moscata
- 1 cucchiaio di tè verde in foglie
- 1 cucchiaio di tè rosso in foglie
- 1 cucchiaio di tè bianco in foglie
- NON AGGIUNGERE ZUCCHERO O MIELE NÈ DOLCIFICANTI DI ALCUN TIPO

Tenere in infusione il tutto per circa 10 minuti, filtrare la bevanda, aggiungere ghiaccio nella quantità necessaria e shakerare fino ad ottenere la temperatura ideale per essere servito.

Commenti